chi siamo

L’invisibile onlus nasce da un’idea di tre fratelli affetti da distrofia muscolare Becker assieme ad un gruppo di amici, con l’obbiettivo di sostenere non solo la ricerca sulle malattie genetiche e rare ma anche contribuire per quanto possibile ad apportare aiuto al mondo della disabilità in generale. Tale esigenza è originata dalle esperienze non sempre positive trovate lungo il percorso che porta dalla situazione di persone a quella di disabili.
Ci si trova spesso nell’esigenza di dovere districarsi in un labirinto di burocrazie, leggi non sempre di facile interpretazione; documentarsi sull’esistenza di eventuali diritti (sanitari, sociali, economici, lavorativi, tecnici, etc.), e confrontarsi con le barriere architettoniche, ancora purtroppo presenti. Riteniamo che non sia solamente e necessariamente negligenza e mancanza da parte delle istituzioni o insensibilità della società in cui viviamo, ma semplicemente ci sono cose di cui è obbiettivamente difficile rendersi conto se non si vivono.
Senza cadere quindi nell’errore di colpevolizzare altri o atteggiarci a vittime abbiamo deciso di darci da fare (nelle nostre possibilità) per mettere a frutto queste esperienze più o meno negative, inserendole in un progetto dell’Invisibile Onlus: una sorta di centro di consulenza (meglio di segnalazione)per disabili. Un punto di riferimento in cui fare confluire le varie realtà (pubbliche e private) che operano attorno al settore del disabile: dalle fondazioni di ricerca e università, alle associazioni di assistenza sociale organizzazioni dedicate ad una specifica patologia, dalle aziende che allestiscono automezzi per portatori di handycap a quelle che forniscono sanitari e bagni per disabili, ausili informatici, etc.. Un luogo in cui avere utili indicazioni senza dispendio di energie da parte di chi ne ha già poche.